AGRILEVANTE DA RECORD

Edizione da record per l’esposizione delle macchine e tecnologie svoltasi alla fiera di Bari. I visitatori raggiungono quota 80.200, dei quali 3.600 esteri provenienti da 60 Paesi. Oltre 55 tra convegni e incontri su temi tecnici e economici per raccontare i mille aspetti dell’agricoltura.  

Si è conclusa con pieno successo la sesta edizione di Agrilevante, l’esposizione internazionale delle macchine e delle tecnologie per l’agricoltura, che segna il nuovo record di visitatori. Nei quattro giorni della rassegna - apertasi giovedì mattina e terminata nel pomeriggio di domenica - si sono contati 80.200  visitatori complessivi, con il 13,3% di incremento rispetto all’edizione 2017 che aveva rappresentato a sua volta il miglior risultato storico per la rassegna barese. Numeri da record dunque per quanto riguarda la platea degli agricoltori, operatori economici e tecnici della meccanica agricola, ma anche per quanto riguarda gli operatori esteri (3.600 sul totale dei visitatori, con un incremento del 12,6% rispetto all’edizione scorsa). In crescita anche le delegazioni estere ufficiali (160 operatori in totale, provenienti da 40 Paesi) e soprattutto il numero degli espositori, che ha raggiunto quota 350 superando il numero (328) dell’edizione precedente.

La nostra azienda chiude soddisfatta questa quattro giorni di esposizione con molti rivenditori e clienti incontrati e molti nuovi contatti e richieste di informazioni soprattutto sui macchinari relativi a vigneto. 

Sempre sul fronte espositivo, un notevole successo hanno riscosso la nuova area dedicata al gardening e cura del verde, e la nuova sezione dedicata alla zootecnia, con la mostra di 500 capi di bovini, equini e ovi-caprini di razze pregiate autoctone. A questo ampliamento dell’offerta espositiva si deve probabilmente l’incremento di pubblico, formato non soltanto da operatori professionali ma anche da appassionati del verde e del mondo rurale.

“Il successo di una manifestazione come Agrilevante - commenta il presidente di FederUnacoma Alessandro Malavolti - dimostra come l’agricoltura, quando viene affrontata in termini di innovazione, di compatibilità ambientale, di qualità dell’alimentazione, ha un fascino straordinario e una funzione nobile, quella di riconciliare l’uomo con la terra”. “La nostra organizzazione ha scommesso su Agrilevante a partire dal 2009, in un momento economico molto sfavorevole per l’area mediterranea – ha aggiunto l’Amministratore Delegato di FederUnacoma surl Massimo Goldoni – ed oggi raccoglie frutti copiosi, perché l’area mediterranea sta tornando a crescere, e una rassegna come questa rappresenta per le industrie costruttrici di tecnologie una piattaforma commerciale sempre più strategica”.

Bari, 13 ottobre 2019

(comunicato stampa da https://www.agrilevante.eu/it/comunicati-stampa-fiera-macchine-agricole.php)

Loading…